Corso Haccp online

Corso HACCP online per lavorare nell’industria alimentare

Corso HACCP online si può fare ed ottenere comunque l’attestato?

L’attestato HACCP certifica che il lavoratore che opera nell’industria alimentare possiede le necessarie conoscenze e competenze in materia di sicurezza ed igiene alimentare ed è obbligatorio per tutti professionisti del settore, indipendentemente dal tipo di mansione svolta.

Nello specifico, devono essere in possesso dell’attestato HACCP:

  • addetti che non manipolano alimenti come ad esempio camerieri, magazzinieri, promoter, lavapiatti, ecc;
  • lavoratori coinvolti direttamente nella lavorazione e preparazione degli alimenti quali cuochi, barman, pizzaioli, pasticceri ecc;
  • responsabili dell’industria alimentare.

Il sistema HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Point) si preoccupa, dunque, di promuovere e diffondere le buone pratiche di igiene nella manipolazione degli alimenti, in modo da neutralizzare o ridurre al minimo il rischio di contaminazione e di fornire al cliente/consumatore prodotti sicuri sotto il profilo sanitario. In Italia, l’attestato HACCP ha da tempo sostituito il libretto sanitario per la manipolazione degli alimenti, un documento che era necessario possedere nel caso in cui si lavorasse nella produzione alimentare oppure nella somministrazione di cibi e bevande.

 

Ma come ottenere l’attestato HACCP?

Normalmente l’attestato può essere conseguito frequentando dei corsi di varia durata sia in modalità frontale (in aula e alla presenza dei docenti) sia online in modalità e-learning. In questo periodo di emergenza sanitaria i corsi online sono da preferirsi, poiché garantiscono il distanziamento sociale necessario per prevenire il diffondersi dell’epidemia da Covid-19.

Ebbene, esistono due tipi di corsi destinati a chi lavorerà a vario titolo nell’industria alimentare e della ristorazione:

  • corso HACCP online 1^ livello, volto all’acquisizione dell’attestato HACCP di 1^ livello e valido per promoter, magazzinieri, camerieri, addetti mense, addetti a vendita e trasporto di prodotti ortofrutticoli ed alimenti sfusi e tutte le categorie professionali che non manipolano alimenti;
  • corso HACCP online di 2^ livello, volto all’acquisizione dell’attestato HACCP di 2^ livello e valido per chef, cuochi, titolari di attività, barman, pasticceri, panettieri, pizzaioli, gelatai, addetti ai bar, rosticcerie, gastronomie, addetti alla vendita in supermercati, pescherie, salumerie, macellerie.

I corsi HACCP online, così come quelli frequentati fisicamente, hanno una durata di:

  • 4 ore per il corso di primo livello;
  • 6 ore per il corso di secondo livello.

Una volta terminato il corso, l’interessato deve sostenere un test il cui esito positivo consente di ottenere il tanto agognato attestato. Il test mira a valutare le competenze acquisite durante il corso e può essere ripetuto diverse volte nel caso in cui non dovesse andar bene al primo tentativo. Superato il test, come detto, l’interessato riceve l’attestato HACCP online e sarà in regola sin da subito per lavorare nel settore alimentare. A tal proposito, è bene ricordare che per la normativa vigente l’attestato online HACCP è equiparato a quello conseguito frequentando corsi in presenza e deve essere accettato da tutti i datori di lavoro del settore che ne fanno richiesta. Prima di iscriversi ad un corso online, però, sarebbe preferibile verificare se l’ente certificatore sia riconosciuto e abilitato a somministrare sia corsi sia test per poi dare la relativa abilitazione.

Cosa si studia in un corso per ottenere l’attestato HACCP?

Un corso HACCP (online o in presenza) è generalmente strutturato in lezioni su diverse materie, tra cui troviamo principalmente materie legate alla sicurezza sanitaria degli alimenti che vengono prodotti e somministrati. Le nozioni da imparare riguardano, quindi, materie come:

  • biologia, fisica e chimica, anche se comunque in cenni molto superficiali e soltanto per lo stretto necessario che interesserà chi dovrà manipolare alimenti;
  • principi di microbiologia di base, utili per comprendere come avviene la contaminazione degli alimenti e soprattutto come prevenirla;
  • normativa sul trattamento degli alimenti nel dettaglio;
  • normativa sul sistema HACCP e sua applicazione nel dettaglio;
  • principi di sanificazione, ovvero l’insieme delle pratiche che contribuiscono a mantenere l’ambiente di lavoro nella produzione e somministrazione alimentare salubre;
  • realizzazione e la messa in opera del piano di autocontrollo HACCP presso l’azienda o l’attività dove si finirà a lavorare.