primo soccorso aziendale

“Il primo soccorso sui luoghi di lavoro”: il documento Inail sul Primo Soccorso Aziendale

Si definisce primo soccorso aziendale “l’insieme di interventi, di manovre ed azioni messe in essere da chiunque si trovi a dover affrontare una emergenza sanitaria, in attesa dell’arrivo di personale specializzato”.

Obiettivi del primo soccorso sono:

  • riconoscere una situazione di emergenza, valutare le condizioni della vittima e attivare la catena dell’emergenza, allertando i soccorsi avanzati se necessario;
  • prestare i primi soccorsi utilizzando competenze adeguate;
  • evitare l’insorgenza di ulteriori danni causati da un mancato soccorso o da un soccorso condotto in maniera impropria.

Dati gli scopi che si prefigge, il primo soccorso sui luoghi di lavoro rappresenta uno strumento di notevole importanza per la tutela della salute dei lavoratori. Ciò spiega perché l’istituto sia disciplinato da una serie di fonti normative tra cui il D. Lgs. 81/2008 (artt. 15, 18, 25, 36, 43, 45) e il D.M. Salute 388/2003 che conferiscono al primo soccorso “un ruolo importante all’interno del sistema di gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ed obbliga il datore di lavoro a designare e formare gli addetti e ad organizzare il piano di emergenza”.

Si ricorda, inoltre, che l’organizzazione del primo soccorso “rientra nelle misure generali di tutela (art.15 D. Lgs. 81/2008) e si inscrive all’interno del più ampio capitolo della gestione delle emergenze (Sezione VI D. Lgs. 81/2008) insieme ad altre misure quali prevenzione incendi e lotta antincendio, evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, salvataggio”.

Questo, a grandi linee, il quadro normativo di riferimento del primo soccorso aziendale al quale si aggiunge un prezioso contributo da parte dell’Inail e precisamente da parte del Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (DIMEILA) del predetto ente previdenziale. Difatti il Dipartimento ha di recente realizzato e presentato un documento dal titolo “Il primo soccorso nei luoghi di lavoro”, pensato – afferma il Direttore del DIMELIA Sergio Iavicoli – “come strumento didattico a supporto sia dei lavoratori addetti al primo soccorso per una immediata consultazione, sia per i formatori”.

Il manuale si struttura in due parti ma non può ritenersi sostitutivo di un corso di formazione che preveda delle esercitazioni pratiche, così come definito dall’art. 45 del D. Lgs. 81/2008 e dal D.M. Salute 388/2003 ed è, quindi, utilizzabile come supporto didattico.

La prima parte della pubblicazione raccoglie informazioni per l’organizzazione di un efficace sistema di primo soccorso aziendale ed è “rivolta anche ai datori di lavoro ed ai responsabili del servizio di prevenzione e protezione”.

La seconda parte – “più specifica ed operativa” – descrive invece le manovre di primo soccorso orientate a salvare la vita dell’infortunato ed a limitare i danni dovuti ad incidenti o comunque ad eventi pregiudizievoli.

Finalità della pubblicazione è, in definitiva, proporre il primo soccorso aziendale non più solo come un intervento di riparazione, ma come un processo integrato nel sistema di prevenzione e riduzione degli infortuni.

Di seguito l’indice del documento:

 La gestione del primo soccorso nei luoghi di lavoro

Il primo soccorso nei luoghi di lavoro

Organizzazione del primo soccorso

La valutazione del rischio e la classificazione aziendale

Designazione e nomina degli addetti

Formazione degli addetti al primo soccorso

Attrezzature e dispositivi di primo soccorso

Piano di primo soccorso

Informazione dei lavoratori

Cenni di anatomia e fisiologia

Cenni generali

Apparato cardiocircolatorio

Apparato respiratorio

Apparato muscolo-scheletrico

Sistema nervoso

Occhio

Cute

 

Supporto vitale di base e defibrillazione precoce

La morte cardiaca improvvisa

La catena della sopravvivenza

La sequenza di BLSD nell’adulto

Ostruzione da corpo estraneo nell’adulto

 

Il supporto vitale nel traumatizzato

Il trauma in ambiente di lavoro

La catena della sopravvivenza nel trauma

La valutazione dello scenario: identificare i pericoli e agire in sicurezza

La valutazione del lavoratore infortunato

Mobilizzazione del traumatizzato

Presidi per l’immobilizzazione e il trasporto

Principali patologie presenti in caso di infortunio

Lesioni a carico dell’apparato locomotore

Le ferite

Le emorragie

Folgorazione

Lesioni da caldo e da freddo

Lavori in quota

Ambienti confinati o sospetti di inquinamento

 

Altri interventi di primo soccorso

Sincope e lipotimia

Shock

Edema polmonare acuto

Dolore acuto stenocardico

Epilessia

Crisi asmatica

Reazioni allergiche

Shock anafilattico

Punture e morsi di animali

Traumi oculari

Intossicazione da agenti chimici